Un capitello che fa luce

Apparso per la prima volta nell'antico Egitto, conobbe il suo periodo di massimo splendore in Grecia. Stiamo parlando del capitello, l'estremità lavorata con grande pregio artistico di una colonna. Adesso a Neuwied si assiste ad un'interpretazione del tutto nuova di questo elemento architettonico. Per i pilastri del Raiffeisenbrücke, il ponte stradale sul Reno, TRILUX Architectural ha sviluppato dei capitelli luminosi come soluzione di apparecchio speciale.

Gli abitanti di Neuwied sono entusiasti. "A molti cittadini piacerebbe che anche altre zone della città fossero dotate di un'illuminazione come quella dell'area sottostante gli accessi al ponte", spiega Anne Mohr dell'amministrazione comunale. Questi apparecchi speciali, per Neuwied sono degli highlight, nel vero senso della parola: da altezze aeree, fanno luce nella zona del ponte illuminando anche gli angoli più piccoli.

"I nostri apparecchi ad anello si adattano perfettamente ai pilastri del ponte e, in un ambiente dominato dal grigio del cemento, hanno un effetto benefico sul senso estetico di chi osserva" spiega Karsten Müller, responsabile di TRILUX Architectural, che persegue la realizzazione di sofisticate soluzioni speciali e dal design pregiato nonché di nuovi sistemi sviluppati su misura alle esigenze applicative. I modelli speciali – 15 in

tutto – sono decisamente unici, infatti ci sono solo a Neuwied. Il Raiffeisenbrücke unisce le città di Neuwied e Weißenthurm nella Renania-Palatinato e permette l'attraversamento del Reno su sei corsie. Gli accessi al ponte sono sostenuti da massicci pilastri in calcestruzzo.

Oltre 3.000 m² dell'area finora utilizzata come parcheggio sono stati ristrutturati a creare una zona che vuole essere al tempo stesso luogo di incontro, parco giochi e spazio da dedicare ad attività varie. Dopo la ristrutturazione, è il momento adesso di sfruttare attivamente gli spazi condivisi tra i colossi di cemento su cui sono montati i capitelli luminosi. Qui trovano posto porte da calcio, aree da scalare, un canestro e una slackline.

Nell'ambito del programma federale "Soziale Stadt" (it: città sociale), sull'area sotto il Raiffeisenbrücke non solo furono installate panchine e apparecchiature sportive outdoor ma si venne anche a creare un luogo di incontro sociale per tutti gli abitanti. "Quest'area era sempre stata un luogo che incuteva paura", spiega Anne Mohr, capoprogetto "Soziale Stadt". I parcheggi sotto il ponte separano una zona residenziale dal centro cittadino. Grazie a questa illuminazione speciale gli angoli bui appartengono ora al passato e i timori e le insicurezze dei passanti e utenti del parcheggio hanno fatto posto alla sensazione piacevole che si prova osservando un luogo vivace e ridente.

Gli esemplari unici degli apparecchi ad anello di TRILUX non solo rischiarano lo spiazzo ma sono anche delle gigantesche attrazioni che attirano l'attenzione di tutti con una circonferenza di 11 m e un diametro di oltre 3,5 m. Una soluzione di illuminazione unica per un ambiente architettonico particolare con la quale TRILUX riesce ancora una volta a dimostrare la sua grande competenza in campo illuminotecnico restando fedele al suo slogan "Simplify Your Light" che vuole esprimere la vocazione dell'azienda ad un tipo di progettazione individuale, alla ricerca della migliore luce possibile e ad una gestione semplice e senza complicazioni dei progetti.

In breve

  1. Appaltatore
    Amministrazione comunale Neuwied
  2. Immobile
    Zona sotto ponte stradale
    Area di 3.200 m²
  3. Progettazione illuminotecnica
    Kardorff Ingenieure Lichtplanung GmbH
    Kardoff Ingenieure Lichtplanung