Il ritmo circadiano determina attraverso la luce dell'ambiente i nostri tempi di attività e di sonno.

La luce controlla le fasi di veglia e di sonno dell'organismo umano che nel corso dell'evoluzione si sono adattate al ciclo di 24 ore dell'ambiente. Questo ritmo circadiano garantisce che ci svegliamo quando fa giorno e che avvertiamo stanchezza e sonno non appena scende il crepuscolo. Responsabile di tutto questo è l'inibizione o la produzione della melatonina, l'ormone del sonno, nell'ipotalamo che reagisce agli stimoli dei fotorecettori non visivi dell'occhio umano.

La nostra attività lavorativa quotidiana ci costringe a trascorrere sempre meno tempo alla luce del giorno, di notte invece siamo esposti a molti stimoli luminosi artificiali. Questo fa perdere l'equilibrio al nostro orologio endogeno, causando eventualmente disturbi del sonno e malattie serie, come la depressione. Una buona illuminazione dovrebbe quindi orientarsi alla luce naturale e alle sue variazioni.